Cambiare è naturale

Anche in natura niente resta immutato. Pensa solo al ritmo delle stagioni, alle fasi della vita, o semplicemente alle farfalle. Come esseri umani abbiamo bisogno di cambiare perché cerchiamo la varietà per sentirci vivi, provare forti emozioni, fare nuove esperienze. Perché non siamo guidati unicamente dall’istinto: il pensiero, la mente, la coscienza, la capacità di analisi della realtà e delle emozioni, sono tutti fattori che ci permettono di avere un certo grado di controllo sulle situazioni.


Le cose non cambiano, noi cambiamo!

Stai pensando di migliorare qualcosa nella tua salute, nel tuo stile di vita, nella tua alimentazione? Parti da piccoli cambiamenti quotidiani, modifica anche se di poco le tue abitudini, possono nascere grandi risultati e nuove opportunità di evoluzione.


Sì, ma dove trovo la motivazione al cambiamento? La spinta al cambiamento si innesca quando si avverte un bisogno che, come direbbero gli psicologi, 'nasce da uno squilibrio tra una situazione attuale e una situazione desiderata'. La motivazione è la spinta che ci attiva all’azione e che ci spinge per ristabilire una situazione di nuovo equilibrio. Tuttavia, stravolgere la propria vita, o cambiarne anche solo un aspetto, non è sempre così facile. Perché tutti gli esseri umani hanno una naturale paura dell’ignoto. Cambiare, infatti, significa uscire dalla propria zona di comfort. Accettare la sfida e avere coscienza che il primo passo per cambiare è una grande dose di coraggio.


E allora come riesco poi a mantenere questo nuovo equilibrio? È importante soddisfare la propria autostima e il senso di valore personale. Ognuno di noi vuole sentirsi importante ma ogni persona lo prova in maniera diversa. Vogliamo sentirci apprezzati dagli altri e abbiamo necessità di vedere che, attraverso le nostre azioni, possiamo avere un impatto positivo anche sugli altri. Abbiamo bisogno di amare e di sentirci amati. Abbiamo bisogno di sentire di avere un certo valore e nello stesso tempo di dimostrarlo anche ad altri e non solo a noi stessi.


E alla fine cosa ottengo? Svilupperai al massimo le tue potenzialità, migliorerai la qualità della tua vita, troverai soddisfazione nel fare sempre il meglio di ciò che sai fare, aumenterai la consapevolezza nel gestire le situazioni della vita, le emozioni, anche nei momenti cruciali. Si chiama autorealizzazione.


E allora propongo un brindisi della vigilia: "Al cambiamento, alle nuove avventure, ai passi avanti che non sai dove ti portano ma che senti di dover fare".


Giorgia




Post in evidenza
Post recenti